5 CONSIGLI PRATICI PER MEMORIZZARE PIÙ FACILMENTE

Capita spesso di conoscere persone nuove… ma a volte a causa dell’imbarazzo e dell’eccitazione può accadere di dimenticare quasi immediatamente la cosa più importante: il nome della persona che abbiamo davanti! E questo può metterci in una situazione davvero imbarazzante.

Questo e molto altro può accadere quando la memoria ci fa lo sgambetto. Imparare i segreti per memorizzare facilmente sia per lo studio, per il lavoro o per passione ci aiuta a mantenere un cervello attivo e pronto, qualsiasi età tu abbia.

 

Ecco i 5 trucchi che puoi utilizzare per sviluppare la memoria:

  • Ragiona per immagini.
  • Utilizza tutti i sensi.
  • Collega le informazioni in modo paradossale, utilizzando un’azione vivida.
  • Ripassa.
  • Insegna ad altri quello che hai memorizzato.

Ora analizziamo questi passi passo-passo (evviva il gioco di parole)!

 

 1) RAGIONA PER IMMAGINI

La memoria è come una spugna. Assorbe, assorbe e assorbe e via via che la strizziamo essa rilascia le informazioni che ha assorbito. Il problema è che spesso queste informazioni si perdono o restano sospese nel vuoto, ma esiste un segreto semplice con cui poterle ricordare con facilità. Il trucco è quello di iniziare a ragionare per immagini. Un vecchio motto dice: “Un’immagine vale più di 1000 parole”. Infatti le immagini hanno la capacità di attivare più aree cerebrali di quanto faccia una singola parola.

Per sviluppare pienamente la tua memoria, in modo semplice e veloce e con costanza, puoi iniziare a fare dei piccoli giochi mentali come questi:

  • Disegna accanto a un articolo di giornale le immagini che le parole suscitano in te. Attiverai in questo modo la parte più creativa del cervello e inizierai a ricordare con più facilità le parole scritte.
  • Descrivi a voce alta e dettagliatamente le immagini mentali che ti vengono in mente. Se vuoi spingerti oltre descrivi le immagini cercando di soffermarti, oltre su quello che vedi, anche su quello che senti, sulle sensazioni che provi e anche sul sapore che ti sembra di sentire quando ti soffermi sull’immagine.

Inizia a sviluppare una memoria fatta di immagini e vedrai che troverai facilmente gli appigli per poter ricordare velocemente tutto quello che desideri.

Il trucco per il nome

Per poter ricordare il nome di qualcuno puoi immaginare che quella persona stia “facendo qualcosa” col suo nome.

Il nome suona spesso come un oggetto. Per esempio Paolo=Palo - Nicola= cola – Giovanni= Giovani, ecc.

Può sembrarti strano ma funziona!

Per esempio:

Paolo: Mi immagino Paolo che fa la lap dance con un Palo. E grida Ooooooooooooooh.

Nicola: mi immagino Nicola che fa la doccia con la Coca-cola.

Divertente, non trovi?

 

2) UTILIZZA TUTTI I SENSI

Un altro modo per attivare la memoria è quello di iniziare a sviluppare tutti i sensi. Prova ad utilizzare il gusto, l’udito, la vista, l’olfatto e il tatto quando devi memorizzare qualcosa. In questo modo attiverai tante aree del tuo cervello e facilitare la tua memorizzazione.

Sono sicuro che anche a te capita di dimenticare dove hai lasciato le chiavi della macchina. Succede a chiunque. Per ricordarti facilmente il posto in cui le appoggi prova a soffermarti sul profumo dell’ambiente in cui ti trovi, cerca di memorizzare dei dettagli del posto in cui le lasci e cerca di toccare con mano le cose che stanno vicine alle chiavi. Ti verrà facile ricordare dove le hai messe quando ti serviranno.

Storia vera:

Un giorno stavo chiacchierando con un mio amico. Stavamo andando a fare la spesa e mi dice: “Ho preso una mela!“.

Ho iniziato subito a pensare a un frutto. Iniziavo addirittura a vederne la forma e il colore. Iniziava a venirmi l’acquolina in bocca. Inoltre sentivo la consistenza tra i denti e il tipico gusto di una mela gialla. Sentivo anche il suono di una mela addentata. Buonissima!

Il mio amico prosegui:” Sì, sai, il mio nuovo dispositivo della mela funziona benissimo anche quando sono al buio e ho poca linea. Addirittura si adatta facilmente a tutti i tipi di dispositivo che già utilizzo”.

Bene, mi dissi. Ho sbagliato mela!

In questa storia ho attivato tutti i sensi e il ricordo di quell’episodio è entrato nella memoria.

Via via che provi a utilizzare tutti i sensi, via via il tuo cervello aumenta la memorizzazione come mai ha fatto.

Prova a fare questo gioco:

Prendi il dizionario e cerca una parola che non conosci. Inizia ad associare a quella parola tutti i sensi (gusto, vista, udito, tatto, olfatto). Vedrai come sarà facile ricordarla.

Ricordati che la chiave per migliorare è provare e riprovare a fare (bella la rima).

 

3) COLLEGA LE INFORMAZIONI IN MODO PARADOSSALE

Questa tecnica definita PAV (Paradosso Azione Vivida) ti permette di ricordare facilmente una o più parole, poesie e pezzi di articoli in modo semplice e divertente.

Per ricordare facilmente un testo, dopo aver utilizzato tutti i sensi e aver ragionato per immagini, puoi iniziare a costruire un film mentale nel quale le immagini iniziano a compiere delle azioni paradossali e che colpiscono la tua fantasia.

Per esempio prova a ricordare questa frase: “Paola va con sua nonna al supermercato e deve comperare le banane, le ciliegie e il pane.”

Per attivare la memoria e quindi memorizzare puoi innanzitutto immaginare Paola, la nonna, un supermercato, le banane, un po’ di ciliegie e il pane. Per ricordare la frase va benissimo ricordare una Paola che conosci, tua nonna, ecc.

Potresti immaginare di attivare tutti i sensi iniziando a immaginare il profumo di Paola, o il profumo che aveva la casa di tua nonna o il gusto di un frappè alla banana, la sensazione dei noccioli delle ciliegie in bocca e il profumo che esce da un fornaio. Potresti anche immaginare il rumore del chiacchiericcio di un supermercato. Praticamente in questo modo hai attivato tutti i sensi associati alle parole che stanno nella frase da studiare.

Ora inizia a immaginare in modo vivido e paradossale un’azione che compone la frase da studiare.

Per esempio: Paola prese la nonna a cavalcioni sulle spalle tenendola a testa in giù e si incamminò verso un supermercato che andava a fuoco. Appena entrarono nel supermercato scivolarono su una buccia di banana, rotolando per terra su un tappeto di ciliegie. Scivolarono fino al banco del pane dove il fornaio aveva appena acceso il fuoco che incendiò il supermercato, dopodiché porse loro una baguette di pane abbrustolita.

Come puoi immaginare la scena è paradossale e vivida. Una scena del genere resta in mente molto più facilmente che la frase “Paola va con sua nonna al supermercato e deve comperare le banane, le ciliegie e il pane.”

Per rendere le azioni vivide e paradossali puoi utilizzare:

  • La sessualità,
  • L’umorismo,
  • Il contrasto tra le immagini,
  • Puoi cambiare le dimensioni delle immagini.

Provaci! Ti divertirai un mondo e imparerai una tecnica di memorizzazione efficace.

 

4) RIPASSA

Quando vuoi che le informazioni studiate restino nella memoria a lungo termine devi eseguire dei ripassi secondo questi tempi:

  • Ripassa le informazioni dopo 24 ore.
  • Ripassa le informazioni dopo 48 ore.
  • Ripassa le informazioni dopo 1 settimana.
  • Ripassa le informazioni dopo 1 mese.
  • Ripassa le informazioni dopo 3 mesi.
  • Ripassa le informazioni dopo 6 mesi.

 

5) INSEGNA QUELLO CHE HAI IMPARATO

Per finire un buon modo per ricordare con più facilità le informazioni è quello di raccontare a qualcuno quello che hai studiato. Quando lo fai cerca di fornire più informazioni possibili e cerca di farlo come se stessi insegnando. In questo modo faciliterai la memorizzazione amplificando velocemente le tue capacità.

Anche se non riuscirai a descrivere tutto quello che hai studiato, creerai degli appigli che ti saranno utili per riattivare il ricordo successivamente.

 

CONCLUSIONI

Il cervello è uno strumento potentissimo che la natura ci ha donato. Tenerlo al meglio e potenziarlo ti permetterà di raggiungere qualsiasi obiettivo. Con costanza e impegno puoi trasformarlo nel tuo miglior alleato nell’affrontare le sfide della vita.

 

Ti piacciono i contenuti gratuiti di Crea il tuo talento?  Questo articolo ti è stato utile? Se la risposta è sì allora aiutaci a crescere  e condividilo con i tuoi amici!

Michele Piantoni

Michele Piantoni è un NLP Trainer e Coach. È creatore e autore del blog Crea il tuo talento. È autore dell’e-book “9 passi per allenare il cervello“. È esperto di tecniche di Apprendimento Rapido e di Comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *