PAURA DEL FALLIMENTO? ECCO 3 MODI PER SUPERARLA

Una relazione in cui hai investito tanto è finita? Un progetto su cui hai lavorato notte e giorno non è andato in porto? Un esame per cui hai studiato tanto si è concluso con una bocciatura?

Bene, sei destinato al successo!

Perché come dicono tutti i saggi del mondo:

Per crescere e migliorare bisogna fare, e chi fa sbaglia.

Come un bambino che inizia a camminare cade più volte prima di imparare, così anche noi quando usciamo dalla nostra zona di comfort e proviamo a fare qualcosa di nuovo molto probabilmente facciamo errori o falliamo. Quindi evviva il fallimento, vuol dire che siamo in evoluzione!

 

La teoria non fa una piega, ma quando poi si vive il fallimento nella realtà sono dolori... dubbi e insicurezze ti assalgono e l'autostima crolla. Che fare allora? Rinunciare ai tuoi sogni e accontentarti di una vita mediocre e senza rischi? Oppure puoi imparare a rialzarti e riprovarci di nuovo.

Ecco 5 consigli per superare la paura del fallimento:

 

1. CHE COSA PUOI IMPARARE?

Edison riuscì ad inventare la lampadina dopo 10.ooo tentativi. Diecimila, ti rendi conto??? E poi disse:

Non ho fallito. Ho solamente provato 10.000 metodi che non hanno funzionato.

Edison ha visto in ogni fallimento un'opportunità per imparare che gli ha permesso di avvicinarsi un po' di più al successo.

E tu cosa puoi imparare dai tuoi sbagli? Magari che devi imparare a scegliere collaboratori migliori, oppure che hai bisogno di un nuovo metodo di studio, oppure semplicemente devi correggere il tiro o aggiungere un dettaglio.

 

2. RICORDA CHE IL FALLIMENTO È TEMPORANEO

J.K. Rowling si è vista rifiutare ben 12 volte il primo libro su Harry Potter prima di poterlo pubblicare. Quello che è successo dopo lo sappiamo tutti: è diventato un best seller mondiale!

Non abbiate paura di fallire; imparate tutto ciò che potete dal fallimento

J.K. Rowling parla molto spesso del fallimento (leggi il suo discorso agli studenti universitari) e il suo esempio ci ricorda come non si deve mollare ma continuare ad insistere. Il fallimento non è per sempre, è solo una fase temporanea. Insisti e non fermarti mai.

 

3. SE HAI FALLITO NON SEI UN FALLITO

È un'equazione che compare nella nostra testa in modo quasi spontaneo:

HO FALLITO = SONO UN FALLITO

Non è così. Vuol dire che sei uno che ci sta provando, che ha il coraggio di rischiare.

Prova a pensare alle persone che non escono mai dalla propria zona di comfort, che non sbagliano mai. Sono tremendamente noiose e molto spesso annoiate e insoddisfatte.

Ecco cosa dice J.K. Rowling:

È impossibile vivere senza fallire in qualcosa, a meno che uno non viva in maniera estremamente cauta, rischiando di non vivere affatto e quindi fallire di default.

Quando ci imbattiamo in un fallimento l'autostima può vacillare ma puoi imparare delle strategie per rafforzarla. Puoi seguire la mia lezione on-line gratuita dove ti spiego come migliorare l'autostima.

 

Quindi non mollare e non fuggire dai fallimenti.

Il fallimento non è un male. È necessario. Quindi sii fiero dei tuoi fallimenti. Sono una parte essenziale del tuo successo!

 

 

Ti piacciono i contenuti gratuiti di Crea il tuo talento?  Questo articolo ti è stato utile? Se la risposta è sì allora aiutaci a crescere  e condividilo con i tuoi amici!

Stefania Monopoli è creatrice e autrice del blog Crea il tuo talento. Laureata in Filosofia, ha conseguito un Master in Coaching ed è iscritta al Registro Nazionale dei Coach Professionisti. È inoltre la prima Artist Coach italiana e creatrice di Artist Coaching, dove aiuta gli artisti a conoscere e sfruttare le potenzialità del mercato dell’arte on-line.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *