LE 55 SCUSE CHE NON TI FANNO RAGGIUNGERE I TUOI OBIETTIVI

Eccoci all'inizio dell'anno.

È tempo di obiettivi e speranze, false mete e ghiaccioli. Già, il freddo si fa sentire, la luna è stata piena pochi giorni fa, e noi anche quest’anno cerchiamo di dare il meglio che possiamo con quello che abbiamo, dove siamo!

E’ il momento di porre nuovi o vecchi obiettivi dandoli in pasto alla speranza… e alla fine dell’anno tireremo le somme!

Poi alla fine dell’anno, come spesso capita: obiettivi non raggiunti e false speranze disilluse.

Oggi voglio parlarti di un modo utile per massimizzare la fiducia che hai in te stesso per raggiungere i tuoi obiettivi (ci hai pensato – vero -  a che obiettivi vuoi raggiungere quest’anno?!), e lo voglio fare utilizzando una tecnica proposta da Napoleon Hill, padre del pensiero filosofico descritto in dettaglio in “Pensa e arricchisci te stesso”.

Come avrai sicuramente capito amo il lavoro svolto da Napoleon Hill perché è il “nonno in arte” di tantissimi formatori e coach e racchiude in se stesso la magia della vita, tra la speranza e la perseveranza!

Ma andiamo con ordine.

Napoleon Hill nel famoso libro “Pensa e arricchisci te stesso” parla delle “scuse” che troviamo quando iniziamo a non fare quello che dovremmo fare per raggiungere le nostre mete… E quando iniziamo a trovare queste “scuse” gli obiettivi, chissà perché, non vengono raggiunti!

 

LE 55 SCUSE CHE NON TI FANNO RAGGIUNGERE I TUOI OBIETTIVI

 

  1. Se non avessi moglie e una famiglia...
  2. Se avessi abbastanza "appoggi, raccomandazioni"...
  3. Se avessi i soldi...
  4. Se avessi avuto una buona istruzione...
  5. Se potessi trovare un lavoro...
  6. Se avessi la salute...
  7. Se solo avessi tempo...
  8. Se i tempi fossero migliori...
  9. Se gli altri mi capissero...
  10. Se le condizioni attorno a me fossero diverse...
  11. Se potessi rivivere la mia vita...
  12. Se non avessi paura di quello che potrebbero dire gli altri...
  13. Se mi avessero offerto una possibilità...
  14. Se avessi adesso un'occasione...
  15. Se gli altri non ce l'avessero con me...
  16. Se non vi fosse nulla a fermarmi...
  17. Se solo fossi più giovane...
  18. Se solo potessi fare ciò che voglio...
  19. Se fossi nato ricco...
  20. Se potessi incontrare le persone "giuste"...
  21. Se avessi il talento che ha qualcuno...
  22. Se osassi impormi...
  23. Se solo avessi colto le occasioni passate...
  24. Se la gente non mi desse i nervi...
  25. Se non dovessi badare ai bambini e tener pulita la casa...
  26. Se potessi risparmiare un po' di denaro...
  27. Se il capo mi apprezzasse...
  28. Se solo avessi qualcuno che mi aiutasse...
  29. Se la mia famiglia mi comprendesse...
  30. Se vivessi in una grande città...
  31. Se solo potessi iniziare...
  32. Se fossi libero...
  33. Se avessi il carattere e la personalità di certuni...
  34. Se non fossi così grasso/a...
  35. Se i miei talenti venissero riconosciuti...
  36. Se solo avessi fortuna...
  37. Se potessi ripianare í debiti...
  38. Se non avessi fallito...
  39. Se solo avessi saputo come...
  40. Se non avessi avuto tutti contro...
  41. Se non avessi tante preoccupazioni...
  42. Se potessi sposare la persona giusta...
  43. Se la gente non fosse tanto stupida...
  44. Se la mia famiglia non fosse così bizzarra...
  45. Se fossi sicuro di me...
  46. Se non fossi sfortunato...
  47. Se non fossi nato sotto la stella sbagliata...
  48. Se non fosse vero che "quanto dev'essere sarà"...
  49. Se non dovessi lavorare così duro...
  50. Se non avessi perso i miei soldi...
  51. Se avessi vicini diversi...
  52. Se non avessi un "passato"...
  53. Se solo avessi un lavoro indipendente...
  54. Se gli altri mi ascoltassero...
  55. Se (e questo è il più grave) avessi il coraggio di vedermi per quello che sono davvero, scoprirei cosa c'è di sbagliato in me e lo modificherei.

 

Tutti almeno una volta nella vita ne abbiamo usata almeno una!!

Per abbandonare queste scuse Napoleon Hill ci viene in aiuto dandoci la formula della fiducia in Sé.

Hill consiglia di ripetere la seguente frase per auto-motivarsi. Sul lungo periodo ci permetterà di avere una mente pronta e vigile; vogliosa di fare per raggiungere i propri obiettivi.

 

 

LA FORMULA DELLA FIDUCIA IN SE STESSI

 

So di avere la capacità di realizzare l'obiettivo che mi sono posto nella vita; perciò, esigo da me stesso di essere tenace, di agire continuamente per conseguirlo, promettendo qui e ora di non deflettere dall'azione.

Mi rendo conto che i pensieri prevalenti che occupano la mia mente si riprodurranno in futuro nelle azioni esterne, trasformandosi gradualmente in realtà concreta; quindi, per trenta minuti al giorno focalizzerò i miei pensieri sulla persona che voglio diventare, chiarendo così l'immagine mentale di me stesso.

So che grazie all'autosuggestione qualunque desiderio trattenga nella mente troverà espressione pratica nell'oggetto a cui si riferisce per mezzo di attività concrete; di conseguenza, dedicherò dieci minuti al giorno a esigere da me stesso lo sviluppo della sicurezza personale.

Ho descritto con precise parole lo scopo principale della mia vita e non cesserò mai di provare a realizzarlo se non avrò elaborato una fiducia in me tale da farmelo conseguire.

So benissimo che non si può mantenere a lungo un privilegio o una posizione di rendita, a meno che non si fondino sulla verità e sulla giustizia; pertanto, non mi impegnerò in nessuna transazione che non rechi beneficio a tutte le parti interessate.

Riuscirò ad attirare le forze che desidero usare e la collaborazione degli altri. Li convincerò a servirmi perché sarò io il primo a essere disposto a servirli. Eliminerò l'odio, l'invidia, la gelosia, l'egoismo e il cinismo, accrescendo invece il mio amore per l'umanità intera: so infatti che un atteggiamento negativo verso il prossimo non mi eleverà mai al successo.

Indurrò gli altri a credere in me perché io crederò in loro, e in me stesso. Firmerò e scriverò il mio nome sotto questa formula, la imparerò a memoria e la ripeterò a voce alta una volta al giorno, fiducioso che essa influirà gradualmente sui miei pensieri e sulle mie azioni, così che diventerò sicuro di me, come una persona di successo.

 

UNA STRATEGIA IN PIÙ

Un altro bel modo per attivare l’impegno verso i propri obiettivi è il seguente: contatta qualcuno che ami e stimi e digli per filo e per segno quali sono gli obiettivi che quest’anno vuoi raggiungere.

Praticamente, mettici la faccia! Vedrai che questa cosa attiverà la motivazione che ti aiuterà “a fare” per raggiungere le tue meravigliose mete!

Buon felice anno e buoni obiettivi!

 

Michele Piantoni

Michele Piantoni è un NLP Trainer ed Extraordinary Coach e si è formato con Christopher Cowan e Natasha Todorovic in Spiral Dynamics® Assesment Administration and Interpretation. Fa parte del team Extraordinary di Claudio Belotti. È cofondatore dell’Università del Talento e autore dell’e-book “9 passi per allenare il cervello“. È esperto di tecniche di Apprendimento Rapido e di Comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *